Comunica l’Europa che vorresti: il Bando di Concorso

Bando di concorso Dipartimento Politiche Europee – PCM MIUR anno scolastico 2020 – 2021. Concorso Nazionale Comunica l’Europa che vorresti.

Articolo 1: Finalità

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, indicono il Concorso Nazionale “Comunica l’Europa che vorresti”, rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, per l’anno scolastico 2019-2020. L’iniziativa intende stimolare una riflessione e condivisione dell’idea di Unione Europea (UE), per analizzare in maniera propositiva il suo presente e il suo futuro, nonché individuare una modalità efficace di comunicare tali riflessioni.

Il Consiglio europeo del 20 giugno 2019 ha adottato una nuova Agenda strategica per l’UE per il periodo 2019-2024, il cui quadro di lavoro comune può essere sintetizzato nelle seguenti sei tematiche:

  • Un Green Deal europeo
  • Un’economia che lavora per le persone
  • Un’Europa pronta per l’era digitale
  • Proteggere lo stile di vita europeo
  • Un’Europa più forte nel mondo
  • Un nuovo slancio per la democrazia europea

Inoltre, un nuovo slancio per la democrazia auspicato dalla Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, è l’organizzazione di una Conferenza sul futuro dell’Europa da avviare nel 2020, per una durata di almeno due anni, che consentirà ai cittadini – in particolare ai giovani – di dar voce alle loro idee.

Articolo 2: Tipologia degli elaborati

In questa ottica, i partecipanti al concorso sono chiamati ad elaborare un video in grado di comunicare una visione dell’UE che prenda spunto dai temi della nuova Agenda strategica, nell’ottica di chi è “nato europeo” e desidera illustrare ai suoi coetanei le proprie idee in modo emozionale, creativo e coinvolgente. Il video, della durata massima di 3 minuti, potrà essere realizzato con smartphone, videocamera o con il software di video editing ritenuto più appropriato, corredato dalla scheda sintetica di cui all’art. 4.

Utile materiale di approfondimento relativo a:

  • “Un’Unione più ambiziosa. Il mio programma per l’Europa” di Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione europea
  • Agenda strategica per l’UE per il periodo 2019 – 2024
  • E-book Trattati – Carta dei diritti fondamentali

può essere consultato sul sito del Dipartimento per le Politiche Europee al seguente indirizzo: http://www.politicheeuropee.gov.it/it/comunicazione/progetti-e-campagne/concorsi-per-lescuole/comunica-europa-che-vorresti/

Sulla piattaforma digitale Europa = Noi (http://www.educazionedigitale.it/europanoi/) sono inoltre disponibili i percorsi multimediali dedicati alla scuola secondaria di secondo grado che i docenti potranno utilizzare con i ragazzi in classe.

Articolo 3: Destinatari

Possono partecipare al concorso – come intera classe – gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado del territorio nazionale. Non saranno presi in considerazione elaborati provenienti da singoli studenti.

Articolo 4: Iscrizione e termine di presentazione degli elaborati

Per partecipare al concorso gli interessati dovranno compilare la scheda tecnica trasmessa in allegato al presente bando (all. A), nella quale dovrà essere inserita una descrizione sintetica del lavoro svolto (max. 600 caratteri), i dati dell’insegnante referente, della classe che ha realizzato il lavoro e della scuola di appartenenza.

I video, insieme alla scheda tecnica firmata dal legale rappresentante dell’Istituto scolastico, dovranno essere inviati entro la data del 30 marzo al “MIUR – Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione” all’indirizzo email: DGSIPUFFICIO3.CONCORSISTUDENTI@istruzione.it, indicando nell’oggetto la dicitura: “Comunica l’Europa che vorresti”.

Sarà presa in considerazione la prima email, contenente il video e la scheda tecnica, inviata dalla scuola al suddetto indirizzo di posta elettronica e non gli eventuali successivi invii di rettifica. I video di grandi dimensioni potranno essere condivisi con il medesimo indirizzo di posta elettronica, tramite ‘google drive’, sempre accompagnati dalla scheda tecnica. Tutti i video realizzati per il concorso resteranno a disposizione del MIUR e del Dipartimento per le Politiche Europee, che si riservano la possibilità di divulgarli o di produrre, a propria cura, senza corrispondere alcuna remunerazione o compenso agli autori, prodotti divulgativi che utilizzano i contributi inviati. Il materiale in concorso non sarà restituito.

Articolo 5: Commissione esaminatrice

Presso la Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione verrà costituita una commissione paritetica MIUR – Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che provvederà alla valutazione dei lavori pervenuti, alla selezione dei migliori video prodotti dalle classi partecipanti e all’individuazione delle tre classi vincitrici.

Articolo 6: Valutazione

Per la valutazione degli elaborati, la Commissione esaminatrice terrà conto dei seguenti criteri:
a. Coerenza del video con il tema proposto;
b. Capacità di veicolare il messaggio in maniera efficace e innovativa;
c. Grado di creatività nella forma e nel contenuto proposto.

Articolo 7: Premiazione

Il premio consisterà in una visita alle istituzioni europee a Bruxelles, organizzata dal Dipartimento per le Politiche Europee e dal MIUR, in collaborazione con gli Uffici del Parlamento europeo e della Commissione europea. Il Dipartimento per le Politiche Europee, per il tramite del MIUR, metterà a disposizione delle scuole di appartenenza delle tre classi vincitrici la somma complessiva di 21.000,00 euro, in considerazione degli oneri che i singoli istituti scolastici dovranno sostenere per la realizzazione della visita alle istituzioni europee.

Qualora, per motivate ragioni, tale visita non possa avere luogo, la somma erogata dal Dipartimento per le Politiche Europee alla scuola di appartenenza della classe vincitrice, dovrà essere utilizzata per l’approfondimento della conoscenza delle Istituzioni e delle politiche dell’UE, tramite l’acquisto di materiale didattico o la realizzazione di iniziative formative che la stessa scuola dovrà individuare e rendicontare.

I video delle classi vincitrici saranno pubblicati sul sito del Dipartimento per le Politiche Europee e rilanciati sui social network.

Articolo 8: Accettazione del regolamento

La partecipazione al concorso è considerata quale accettazione integrale del presente Regolamento. I dati personali dei partecipanti saranno trattati ai sensi del Regolamento generale sulla protezione dei dati – Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016. Per ogni ulteriore informazione si invita a contattare la Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione – Ufficio III ai seguenti recapiti tel. 0658492792 – 0658492587 email: DGSIPUFFICIO3.CONCORSISTUDENTI@istruzione.it.

Link Bando di concorso Dipartimento Politiche Europee – PCM MIUR , anno scolastico 2020 – 2021.

Bando di concorso Dipartimento Politiche Europee - PCM MIUR 2020-2021

Comments

comments