Gran Sasso: misurato il più raro processo finora osservato nell’universo

Laboratori del Gran Sasso: Xenon1t ha misurato il processo più raro osservato nell’universo. Nota ufficiale INFN – LNGS. L’universo ha un’età di oltre 13 miliardi di anni, un tempo talmente lungo che può sfuggire alla percezione umana. Eppure, questo intervallo di tempo è estremamente breve se paragonato a quello tipico di alcuni processi fisici. L’esperimento XENON1T, impegnato nella ricerca diretta di materia oscura ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso – LNGS dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – INFN, ha pubblicato su Nature un nuovo studio che riporta la prima misura diretta della cosiddetta doppia cattura elettronica – 2νECEC dell’isotopo xenon[…]

Read more

Le stelle perdute di Omega Centauri

Ecco le stelle perdute di Omega Centauri. Identificato un gruppo di stelle che l’ammasso globulare Omega Centauri, situato nella nostra Galassia e distante circa 18 mila anni luce da noi, sta perdendo, strappate via dalla forza mareale della Via Lattea. Omega Centauri potrebbe essere quel che rimane di una galassia nana in parte disgregata dall’interazione con nostra Galassia. Un team di ricercatori dell’Osservatorio Astronomico di Strasburgo, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e dell’Università di Stoccolma ha identificato le stelle che l’ammasso globulare Omega Centauri, situato nella nostra Galassia e distante circa 18 mila anni luce da noi, sta perdendo, strappate via[…]

Read more

Nuove opportunità per curare le malattie genomiche con terapie geniche

Un recente studio mostra la possibilità di utilizzare nuove terapie geniche per curare patologie genomiche. Lo studio è stato realizzato dall’Istituto di Ricerca Genetica e Biomedica del Cnr – Cnr Irgb, e da Irccs Istituto Clinico Humanitas. È stato pubblicato il 20 marzo 2019 sulla rivista scientifica Stem Cells, con il titolo Chromosome Transplantation. Correction of the Chronic Granulomatous Disease Defect in Mouse iPSCs. Stem Cells. Doi 10.1002/stem.3006. Marianna Paulis, del Cnr – Irgb , ha spiegato l’importanza della scoperta: “Dopo anni di esperimenti su modelli sperimentali abbiamo potuto dimostrare che con questo approccio è possibile curare in provetta cellule[…]

Read more