Coronavisus Covid-19: Roma, sacerdote francese e poliziotto positivi ai test

Dopo la donna di Fiumicino e i suoi familiari, sono due i nuovi potenziali casi di Coronavisus Covid-19 a Roma: il sacerdote della Chiesa di San Luigi dei Francesi e il poliziotto della Questura.

Il sacerdote, Alexander Comte, era tornato da Roma a Parigi, dove è stato trovato positivo al test. La Chiesa di San Luigi dei Francesi è chiusa da ieri, domenica 1 marzo 2020, al momento senza una precisa scadenza. Lo ha stabilito la cellula di guardia dell’ambasciata di Francia a Roma. La chiusura è stata decisa “per misura precauzionale. Il sacerdote a Roma, 43 anni, appartiene alla parrocchia di Notre Dame de la Croix, a Parigi. In Italia svolgeva la propria attività a San Luigi dei Francesi, chiesa nazionale dei francesi di Roma.

Il presule, in buone condizioni di salute, è risultato positivo al contagio di Coronavirus Covid-19 dopo essere ritornato dall’Italia in Francia in auto, passando attraverso il Nord Italia. Nella sua parrocchia di Parigi ha potuto celebrare solo due messe. Le autorità sanitarie lo hanno quindi ricoverato in un ospedale di Parigi, per cure e accertamenti diagnostici. Vedi pure il comunicato di Monsignor Michel Aupetit, Arcivescovo di Parigidi Parigi sul sacerdote contagiato e la prevenzione nelle chiese francesi.

Coronavirus, un agente della Questura di Roma positivo al primo test. Un caso non collegato a quello della donna di Fiumicino.

Un agente della questura di Roma – residente e operante a Spinaceto – è risultato positivo al primo test su Coronavirus – Covid-19. I sanitari dello Spallanzani attendono gli esiti del secondo test, che confermerebbe il contagio. conferma dal secondo esame effettuato allo Spallanzani. Il poliziotto era in malattia dal 25 febbraio, a causa di sintomi influenzali. Si ipotizza che abbia contratto il virus da un amico residente in una delle zone rosse della Lombardia, dove si ipotizza si trovino i focolai del virus.

L’amico era venuto in visita a Roma nelle settimane precedenti. Il presidio medico di polizia ha attivato le indagine previste in questi casi e gli accertamenti sanitari sui poliziotti che hanno avuto contatti con l’agente di Spinaceto. Questo caso purtroppo non è collegato all’altro caso della famiglia di Isola Sacra, nel Comune di Fiumicino. Le persone sono ricoverate da venerdì scorso allo Spallanzani. La donna era tornata da poco da Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo. Sarebbero quindi due fonti di contagio indipendenti.

Chiuso il liceo Pascal di Pomezia, dove studia il figlio del poliziotto di Spinaceto.

Il liceo Pascal di Pomezia, frequentato dal figlio del poliziotto di Spinaceto, è stato chiuso per precauzione. Questa la comunicazione dell’istituto scolastico: #Pomezia Coronavirus, chiusura del liceo Pascal in via precauzionale. Si comunica che è stato accertato un caso positivo al Coronavirus del padre di uno studente dell’istituto Pascal di Pomezia, attualmente ricoverato allo Spallanzani di Roma. Sono in corso gli accertamenti sui familiari. Si informa la cittadinanza che si sta predisponendo, in via precauzionale, la chiusura della scuola. Si raccomanda di evitare allarmismi. Seguiranno aggiornamenti”.

Comments

comments