Giornale Online Fede e Ragione. Direttore Paolo Centofanti

Lavoro

Un sito web e un libro per raccontare storie di mobbing

Storie di mobbing è il titolo di un sito web e di un libro che stiamo preparando per creare una maggiore consapevolezza di questa piaga sociale e aziendale.

Il sito web Storie di Mobbing, attivo da sabato 19 ottobre 2019, raccoglierà tutte le storie di chi vorrà e potrà raccontare il mobbing – e in molti casi anche lo stalking – di cui è vittima. Storie differenti per situazioni, aziende, persone coinvolte, che stanno arrivando da qualche settimana, e che inizieremo a pubblicare, in abstract o integralmente, prima della fine di questo anno.  Vicende che saranno ovviamente valutate e depurate, prima di pubblicarle, di tutti gli elementi che per chi vorrà raccontarcele possono eventualmente costituire un eventuale problema o un rischio dal punto di vista legale. Valuteremo con chi ce le racconta anche l’opportunità di pubblicare la storia di ciascuno nominativamente, o in modo anonimo, in base alle preferenze di ciascuno e alla eventuale opportunità giornalistica e legale.

Le storie di coloro che ci autorizzeranno a farlo, saranno anche raccolte in un libro di prossima pubblicazione. Chi vuole raccontare le proprie difficoltà e le proprie lotte quotidiane, o parlarci di vicende concluse, può contattare il nostro direttore, Paolo Centofanti, agli indirizzi email pcentofanti@gmail.com, o alla casella PEC paolocentofanti@pec.giornalistilombardia.it. L’obiettivo di questo due nuovi progetti è anche dare peso e ulteriore visibilità alla lotta per ottenere dai parlamentari italiani una Legge anti mobbing.

Per arrivarci nel mese di ottobre abbiamo pure avviato sulla piattaforma Change.org la Petizione Legge contro mobbing e mobber e a sostegno delle vittime. Petizione che invitiamo i nostri lettori a firmare e sostenere. E che ad oggi è stata firmata da oltre sessantamila persone.

Aggiornamento a marzo 2020: segnaliamo pure la parallela petizione contro cybermobbing, cyberstalking e cyberbullismo. Chiediamo a Mark Zuckerberg che Facebook, Instagram e Whatsapp blocchino bullismo, molestie e cyber stalking.

Link sito web Storie di Mobbing. Link pagina Facebook Storie di mobbing.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: