Papa Francesco: la settimana su Twitter

Twitter: pubblichiamo i messaggi di Papa Francesco di questa settimana

Domenica 12 agosto il Santo Padre su @Pontifex_it ha nuovamente parlato del grande dono che Dio ci ha fatto con l’Eucaristia. “Grazie al dono dell’Eucaristia anche la nostra vita diventa pane spezzato per i nostri fratelli”, ha infatti affermato su twitter. Spiegando così la ragione per cui l’Eucaristia – che la scorsa settimana aveva definito “la prenotazione del paradiso” porta alla salvezza. Non solo per il grandissimo dono di Gesù che diventa pane per la salvezza dei fedeli. Gli stessi fedeli nell’Eucaristia diventano pane e strumento per la salvezza di tutta la comunità di fede.

Sabato 11 agosto Papa Francesco ha invece invitato a meditare e riflettere sulla grandiosità della creazione. Che possiamo ammirare con la nostra fede, e ad oggi non possiamo comprendere solo attraverso la scienza o la ragione. “Nel silenzio – ha infatti affermato su Twitter – impariamo a contemplare l’opera di Dio, che supera ogni nostra immaginazione”. Perché possiamo solo stupirci della bellezza e sapienza di ciò che Dio ha creato. L’amore e il servizio senza secondi fini, per rendere grazie a Dio, sono invece al centro del tweet di venerdì 10 agosto. “Chi si pone al servizio dei fratelli più deboli sperimenta la gioia dell’amore disinteressato”, afferma il Pontefice. Perché avere fede e amare non vuol dire fare o dare qualcosa per gli altri, per avere qualcos’altro in cambio.

Un mondo che cresce, si evolve, si sviluppa, come avviene per il Regno di Dio. Ne parla il tweet di giovedì 9 agosto. Papa Francesco afferma infatti che “
Il Regno di Dio cresce nel mondo in modo misterioso, sorprendente, con la potenza del piccolo seme”. Il Regno di Dio è quello spirituale, della fede. Ma allo stesso tempo è anche l’Universo, il mondo e la società in cui viviamo. Che crescono, si sviluppano, si evolvono. In modi che ad oggi sono incomprensibili.

Di vita eterna e del male ha invece parlato il Santo Padre su @Pontifex_it mercoledì 8 agosto. Ricordando che “Il male cerca di persuaderci che la morte è la fine di ogni cosa, ma Cristo Risorto ci apre un orizzonte di vita eterna !” Non dobbiamo cadere nella trappola del male, che ci porterebbe a credere che dopo questa vita vi sia il nulla. Una trappola nella quale può condurci pure la ragione slegata dalla fede. E che porta alla disperazione, se ci cadiamo. Dobbiamo invece confidare in Gesù Cristo, che attraverso la fede e l’Eucaristia ci porta verso la salvezza e la vita eterna.

Perché, ha spiegato Papa Francesco martedì 7 agosto, “Gesù ci rivela che il volto di Dio è amore.” Un amore grande al punto che Dio è diventato uomo, si è caricato dei peccati degli esseri umani, e si è sacrificato soffrendo e morendo sulla Croce. E ha dato un segno di grande speranza, con la propria Resurrezione. Ma per seguire realmente Cristo, ha spiegato il Santo Padre lunedì 6 agosto, dobbiamo imitare “Il cammino dei discepoli verso il monte Tabor”, che “ci invita a staccarci dalle cose mondane per contemplare Gesù”.

Comments

comments