Giornale Online Fede e Ragione. Direttore Paolo Centofanti

Alert e emergenze

Coronavirus: OMS, non è una emergenza globale

Coronavirus: continuano negli aeroporti italiani i controlli sui viaggiatori. L’Organizzazione Mondiale della Sanità – OMS, ha però fortunatamente smentito che ci troviamo di fronte ad una “emergenza sanitaria globale”.

Ieri, giovedì da Dopo l’insediamento di ieri al ministero della Salute, si è riunita anche 23 gennaio 2020, si è nuovamente riunita la task force italiana creata per coordinare le iniziative per fronteggiare questa nuova epidemia. In Cina le persone contagiate sono centinaia, però in Italia ad oggi non vi è alcun caso accertato. i era solo un caso sospetto a Bari, una cantante tornata proprio da Wuhan. La donna è stata ricoverata al policlinico di Bari, però le analisi hanno fortunatamente smentito che avesse contratto il virus.

Come accennato, l’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità, e l’ECDC – European Centre for Disease Prevention and Control, al momento escludono che ci troviamo di fronte ad una “emergenza sanitaria globale”. Le due organizzazioni sanitarie ritengono inoltre che il contagio da virus nell’Unione Europea sarà limitato.

Il ministro Speranza ha confermato ieri sul sito del Ministero della Salute, che “I controlli negli aeroporti procedono regolarmente. Quelli svolti a Fiumicino – ha affermato – hanno dato esito negativo. Siamo in stretto contatto con tutte le istituzioni internazionali. Ho sentito più volte personalmente la commissaria europea Stella Kyriakides che sta coordinando le misure a livello comunitario”.

Come spiega il sito del Ministero della Salute, “le strutture sanitarie competenti sono state adeguatamente allertate a fronteggiare la situazione in strettissimo contatto con l’Organizzazione Mondiale della Sanità e il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie”. Mentre “è attivo da giorni uno specifico canale sanitario per tutti i viaggiatori provenienti dalla Cina. E’ stata diramata a istituzioni, enti e organizzazioni professionali interessati, una circolare contenente indicazioni operative predisposta dalla Direzione generale della prevenzione”.

La task force per combattere e controllare il coronavirus

La task force istituita per fronteggiare questa nuova epidemia, spiega il Ministero della Salute, è costituita dalla Direzione generale per la prevenzione, dalle altre direzioni competenti, dai Carabinieri dei NAS, dall’Istituto Superiore di Sanità, dall’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, dagli Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera- Usmaf, dall’Agenzia italiana del Farmaco, dall’Agenas e dal Consigliere diplomatico.

Aggiornamenti in tempo reale e ulteriori informazioni

Questi i link – in inglese – a cui è possibile aggiornarsi in tempo reale sulla situazione globale del coronavirus.

Dal sito web del Ministero della Salute, i link alle pagine web con ulteriori informazioni sul coronavirus.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: