La fisica dei fluidi per capire i quadri di Jackson Pollock

Possiamo utilizzare la fisica dei fluidi per studiare le opere di Jackson Pollock, e capirne i segni, la trama e le immagini complessive, realizzati attraverso la sua famosa tecnica di dripping. Lo spiega uno studio pubblicato sulla rivista Plos One, realizzato da studiosi della Brown University di Providence, Rhode Island, Stati Uniti, in collaborazione con l’Università autonoma del Messico. Lo studio è stato pubblicato il 30 ottobre 2019 con il titolo Pollock avoided hydrodynamic instabilities to paint with his dripping technique. Pollock evitava l’instabilità idrodinamica per dipingere con la sua tecnica di gocciolamento.  Gli autori sono Bernardo Palacios, Alfonso Rosario,[…]

Read more

Google celebra Joseph Plateau, inventore del Fenachistoscopio

Google celebra oggi, con un proprio Doodle, il fisico belga Joseph Plateau, inventore del  Fenachistoscopio. Questo strumento ottico, studiato e sviluppato da Plateau nel 1832 grazie alle sue ricerche sulla percezione visiva, rese possibile la visione continua di immagini animate. L’invenzione del fenachistoscopio – phénakistiscope ha preceduto e posto le basi per la realizzazione delle apparecchiature cinematografiche. Questo il Doodle animato scelto da Google per celebrare l’anniversario della sua nascita. Il Doodle è visibile a questo link. Qui invece l’archivio globale dei Google Doodles. Joseph Antoine Ferdinand Plateau era nato a Bruxelles, Belgio, il 14 ottobre del 1801. Figlio di[…]

Read more

Video: Hong Kong come una zona di guerra

Il video – da Reddit – mostra momenti dell’intervento della polizia dopo i disordini seguiti alle proteste ad Hong Kong. Come spiega il video, la città di Hong Kong sembra il teatro di una vera e propria guerra. Nelle immagini si vede la polizia inseguire i manifestanti, e i reporter che corrono per documentare la situazione. Nella giornata di oggi è stato diffuso sui social network un video in cui un poliziotto spara ad un manifestante da una distanza ravvicinata.

Read more

Funerali del vice brigadiere Cerciello: il testo letto dalla vedova Rosa Maria

Durante la cerimonia funebre, Rosa Maria, vedova del vice brigadiere Mario Cerciello Rega, ha letto questo testo , che appare spesso su Facebook. Dedicato alla ideale figura della sposa di un militare dell’Arma, il testo è spesso pubblicato proprio  da mogli e fidanzate di carabinieri. Lo pubblichiamo integralmente. Un giorno il buon Dio stava creando un modello di donna da destinare a moglie di carabiniere. Era al lavoro quando un angelo gli disse: “Signore, mi sembra che voi vi stiate preoccupando troppo. Perché deve essere così diversa dalle altre donne ?”  Il Signore rispose: “Questa donna deve essere indipendente. possedere[…]

Read more

Neuroscienze: cosa accade nel cervello di chi vede le donne come oggetti

Le neuroscienze aiutano gli studi sociali, per capire quali sono i meccanismi psicologici e culturali che inducono ad una visione scorretta, e esclusivamente corporea, delle donne. Lo studio – senza che questo possa essere considerabile una attenuante in casi di reati come violenze sessuali, di genere o razziali – mostra come la mente può percepire differentemente il corpo maschile e quello femminile. Ciò è ovviamente anche effetto di una cultura sociale tendenzialmente maschilista, e che propone, anche nello spettacolo e sui mezzi di comunicazione, la donna come corpo, più che come persona. La ricerca è stata definita da studiosi del[…]

Read more

Un terremoto e un diluvio sul monte Ararat

Una ricerca dell’Università Statale di Milano spiega l’origine di una misteriosa catastrofe verificatasi nel diciannovesimo secolo alle pendici del monte Arat, nella Turchia Orientale. Ovvero il monte su cui si sarebbe fermata l’arca di Noè dopo il diluvio universale. Dallo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Geomorphology, emerge che nel 1840 un sisma causato da un’eruzione vulcanica avrebbe originato un diluvio e avrebbe modificato la geomorfologia della regione. Alla ricerca, definita da ricercatori dei dipartimenti di Scienze della Terra A. Desio e di Scienze e Politiche Ambientali dell’Università Statale di Milano, hanno collaborato l’Università di Firenze e l’Università dello Utah. I[…]

Read more

Disturbi della personalità e social media

Disturbi della personalità come il narcisismo potrebbero essere determinati dall’utilizzo dei social network. I social media sarebbero potrebbero essere quindi una causa, oltre che una ovvia vetrina di tali patologie. Lo dimostrerebbe uno studio realizzato da ricercatori dell’università statale di Milano, della  Swansea University e dell’Abertawe Bro Moragannwg University Health Board, Gran Bretagna. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica The Open Psychology Journal, con il titolo Visual Social Media Use Moderates the Relationship between Initial Problematic Internet Use and Later Narcissism. L’uso dei social media visuali moderano la relazione tra l’uso iniziale di Internet problematico e il narcisismo successivo. DOI: 10.2174/1874350101811010163. Pubblichiamo[…]

Read more

Psicologia: Ci fidiamo di meno delle persone con le pupille contratte

Lo spiega un articolo sulla rivista scientifica Cognition and Emotion, che si occupa di psicologia cognitiva e paradigmi emotivi. L’articolo è stato pubblicato con il titolo Looking into your eyes: Observed pupil size influences approach – avoidance responses. Guardandoti negli occhi: la dimensione osservata della pupilla influenza le risposte di approccio – evitamento. Descrive uno studio realizzato da due ricercatori del dipartimento di psicologia dell’università Milano Bicocca: Marco Brambilla e Marco Biella. E da Mariska Kret, ricercatrice all’Università di Leiden, Olanda. Dalla ricerca è emerso che ci fidiamo maggiormente delle persone di cui notiamo pupille ampie. Mentre evitiamo coloro che hanno[…]

Read more

Cnr: intelligenza artificiale e computer vision per contare i pesci negli Oceani

Computer vision e intelligenza artificiale – AI, applicati allo studio della fauna marina. Ne parla un articolo sulla rivista scientifica Scientific Report, in cui è pubblicato uno studio realizzato dall’Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche, Cnr – Imar di La Spezia. Lo studio è stato realizzato in collaborazione con università Politecnica delle Marche, Ispra – Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, università Politecnica della Catalogna ed Csic – Consiglio superiore di ricerca scientifica spagnolo. Pubblichiamo testo integrale della nota ufficiale Cnr. CNR – Un metodo automatico per contare i pesci del mare Computer vision ed[…]

Read more