Giornale Online Fede e Ragione Direttore Paolo Centofanti

Giornalismo

L’Ordine dei Giornalisti ricorda Andy Rocchelli e Andrej Mironov, uccisi in Ucraina

Il presidente del Cnog Carlo Bartoli ha ricordato Andy Rocchelli e Andrej Mironov, uccisi nel Donbass, in Ucraina.

Per Bartoli Rocchelli “era al posto giusto nel momento giusto, per svolgere il suo lavoro di fotoreporter”. Pubblichiamo la comunicazione del Consiglio Nazione dell’Odine dei Giornalisti.

Sono trascorsi otto anni dalla morte di Andy Rocchelli e Andrej Mironov, uccisi a colpi di mortaio nel Donbass, in Ucraina,  mentre stavano facendo il loro lavoro di giornalisti.

In un video realizzato per l’associazione Articolo-21  il presidente del CNOG  Carlo Bartoli  ricorda la figura del giovane fotoreporter: “Qualcuno ha detto che era al posto sbagliato nel momento sbagliato. – afferma Bartoli –  No, Rocchelli era al posto giusto nel momento giusto per svolgere il suo lavoro; altri erano, e sono, al posto sbagliato”.

Rocchelli, originario di Pavia, fu colpito a morte nel maggio 2014 assieme all’attivista per i diritti umani Andrej Mironov nelle vicinanze della città di Sloviansk, nella zona orientale dell’Ucraina, mentre stava documentando con un reportage le condizioni dei civili durante il conflitto del Donbass. Con loro c’era anche il fotoreporter francese William Roguelon, ferito gravemente in quella circostanza.

Fonte CNOG – Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: