Essere giornalisti nell’emergenza Coronavirus – Covid19

L’FNSI, il sindacato nazionale dei giornalisti italiani, ha pubblicato un elenco di domande frequenti – FAQ su questa emergenza Coronavirus, e relative risposte.

“Pubblichiamo – spiega il sindacato dei giornalisti – le risposte fornite dagli uffici della Fnsi alle domande più frequenti sulle novità introdotte con le norme in materia di contrasto all’epidemia da coronavirus. Il documento sarà di volta in volta integrato con le indicazioni relative alle eventuali future disposizioni normative”.

Sul sito sono stati pubblicati anche i moduli aggiornati di autocertificazione per gli spostamenti di giornalisti per ragione professionale. Un modulo per giornalisti lavoratori autonomi, e uno per giornalisti lavoratori dipendenti. L’FNSI ricorda la necessità di compilare l’autocertificazione “e portarla con sé quando ci si sposta, anche per lavoro”.

Le questioni affrontate nelle FAQ sulla professione giornalistica in questa emergenza Coronavirus – Covid19.

  • Per lo svolgimento della professione giornalistica è necessaria l’autodichiarazione?
  • Come si applica ai giornalisti il congedo indennizzato al 50%, per chiusura scuole?
  • Se un giornalista è già in “congedo parentale”, che succede?
  • Durante la chiusura delle scuole posso restare a casa, per seguire i miei figli, oltre i 15 giorni coperti dal congedo speciale al 50%?
  • I giornalisti hanno diritto al bonus Baby-sitting?
  • Quali novità ci sono per i giornalisti che hanno già il riconoscimento della Legge 104/92?
  • Cosa succede se il giornalista viene posto in quarantena o in permanenza domiciliare con sorveglianza attiva?
  • Chi rilascia il certificato medico se il giornalista su ammala di Covid-19?
  • Che tutele hanno i giornalisti affetti da disabilità grave, immunodepressi o malati oncologici?
  • È prevista una indennità specifica per i giornalisti freelance che hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività a causa dal coronavirus?
  • Come si applica lo smart working durante il coronavirus?
  • Il giornalista ha diritto di ottenere lo smart working dalla propria azienda?
  • Il giornalista può essere licenziato durante l’emergenza da coronavirus?
  • Il giornalista può sospendere il pagamento della rata del mutuo sulla prima casa?
  • I giornalisti freelance in difficoltà possono sospendere gli adempimenti dei versamenti contributivi?
  • I giornalisti che continuano ad andare fisicamente in redazione hanno diritto ad un bonus?
  • Durante l’emergenza l’editore può imporre le ferie?
  • Gli uffici stampa della pubblica amministrazione hanno qualche peculiarità, nella disciplina speciale emanata per combattere il coronavirus?
  • L’azienda deve garantire la sicurezza contro il pericolo di contagio nelle redazioni?
  • Se ho la febbre posso andare in redazione?
  • La mia azienda può misurarmi la febbre prima del mio ingresso a lavoro?
  • Quali precauzioni è tenuto ad adottare il datore di lavoro per prevenire rischi di contagio?
  • Quando è necessaria la mascherina e gli altri dispositivi?
  • Se un giornalista risulta positivo al coronavirus, cosa accade?
  • Cosa succede per i giornalisti, con le nuove norme sulla cassa integrazione?

Come specifica l’FNSI, il documento di FAQ sarà costantemente aggiornato, in base all’evolversi della normativa di riferimento.

Link FNSI, files scaricabili:

Comments

comments