Giornale Online Fede e Ragione Direttore Paolo Centofanti

Lavoro

Donne nell’esercito e diversity: il nuovo servizio delle Forze armate svizzere

donne-esercito-svizzero

Confederazione svizzera: il Servizio specializzato Donne nell’esercito e diversity inizia la propria attività.

Le Forze armate svizzera hanno istituito, per una maggiore inclusione e parità di generi, il Servizio specializzato Donne nell’esercito e diversity, che ha iniziato oggi, Lunedì 3 gennaio 2022, la propria attività. I compiti principali del servizio, spiega il Consiglio Federale svizzero, “consistono nella pianificazione e nell’attuazione di misure volte ad aumentare la quota delle donne e l’inclusione delle minoranze nell’Esercito svizzero. Inoltre il Servizio specializzato gestisce gli organi di notifica e di consulenza Donne nell’esercito e Diversity”: per i militari di milizia. Questo Servizio specializzato vuole lanciare un segnale “a favore di un esercito improntato alla diversità e all’inclusione”.

Il nuovo Servizio specializzato Donne nell’esercito e diversity lavorerà per l’aumento della quota delle donne nell’esercito e la promozione della diversità.

Il Servizio è organizzato in quattro settori:

  • un settore dedicato al coordinamento e alla cooperazione, volto a rafforzare la collaborazione all’interno dell’esercito e al di fuori di esso;
  • un altro settore crea basi scientifiche e svolge attività di ricerca;
  • il Servizio specializzato comprende anche un organo di notifica e di consulenza denominato «Donne nell’esercito», gestito da donne che si occupano di esigenze delle donne nell’esercito di milizia;
  • il Servizio specializzato viene completato con l’integrazione del precedente servizio specializzato e di consulenza «Diversity Esercito svizzero», aperto a tutti i militari di milizia.

In questo modo, spiega il Consiglio federale, “l’esercito integra e completa la sua offerta di consulenza e di assistenza a beneficio dei propri militari”. E “il Comando dell’esercito segue l’approccio della tolleranza zero nei confronti di qualsiasi forma di discriminazione”.

Mentre “per i collaboratori dell’Aggruppamento Difesa, in particolare anche per i militari di professione, i vari organi di notifica e di consulenza esistenti finora rimangono gli stessi.

Una struttura di importanza strategica

“Il rapporto del gruppo di lavoro Donne nell’esercito del marzo 2021 – conclude l’informativa del Consiglio federale svizzero – raccomanda di rafforzare l’offerta di consulenza per i militari di milizia nel settore delle donne e della diversità. Ora la consigliera federale Viola Amherd, capo del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport – DDPS mette in atto questa raccomandazione istituendo il Servizio specializzato Donne nell’esercito e diversity. L’istituzione del nuovo Servizio specializzato sottolinea l’importanza strategica di un esercito improntato alla diversità e all’inclusione. Il servizio è direttamente subordinato al capo Comando Istruzione, comandante di corpo Hans Peter Walser”.

Immagine: cortesia Mediathek Confederazione Svizzera.

  • Prodotto 12.02.2020 Copyright VBS/DDPS
  • Diritti d’autore Sina Guntern
  • Numero di produzione 7110
  • Licenza CC BY-NC-ND

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: