Giornale Online Fede e Ragione Direttore Paolo Centofanti

Canale Fede e Ragione

Covid-19, Rezza: in flessione numero di casi, ricoveri e terapie intensive, però necessaria prudenza

Gianni Rezza

Coronavirus: continuano a diminuire i casi in Italia, così come i ricoveri e le terapie intensive. Elevata l’incidenza, necessario continuare vaccini e misure prudenziali

Così il direttore generale per la Prevenzione sanitaria del Ministero della Salute, Giovanni Rezza, nel proprio consueto commento ai monitoraggio settimanali Covid-19, nello specifico all’ultimo report, dal 22 dal 28 agosto 2022.

Questa settimana, spiega Rezza, torna a diminuire il numero di nuovi casi Covid-19 nel nostro paese, mentre l’incidenza si fissa a valori ancora elevati, 243 casi per 100mila abitanti; e l’RT a 0,81. Si registra pure una ulteriore flessione del tasso di occupazione dei posti di area medica e di terapia intensiva.

Il direttore generale per la Prevenzione sanitaria riafferma però la necessità di continuare a rispettare le misure comportamentali individuali e collettive previste o raccomandate e di completare i percorsi di vaccinazione con le dosi booster, pure per mitigare l’epidemia.

Il testo integrale del video commento di Giovanni Rezza

“Questa settimana torna a diminuire il numero di nuovi casi di Covid-19 nel nostro paese e l’incidenza si fissa a 243 casi per 100 mila abitanti le reti mostra invece alcune oscillazioni c’è un leggerissimo aumento siamo a 0,81 e comunque ben al di sotto della soglia epidemica è rappresentato dall’umanità per quanto riguarda il tasso di occupazione dei posti di aree mediche e di terapia intensiva siamo rispettivamente al 7,7 e al 2,1 per cento. Quindi c’è un’ulteriore tendenza alla flessione siamo ben lontani da qualsiasi soglia di criticità per cui non c’è alcuna cogestione delle strutture sanitarie dato che il virus comunque ha continuato a circolare anche durante il periodo estivo è sempre bene ispirarsi alla prudenza ma soprattutto per coloro che non l’abbiano fatto che appartengono a categorie ad alto rischio effettuare la seconda dose booster di vaccino tanto più che sono in arrivo i primi vaccini adattati alle varianti circolanti.

Si osserva da due settimane una stabilizzazione dell’incidenza a valori ancora elevati, nel contesto di una oscillazione della trasmissibilità che si mantiene sostanzialmente sotto la soglia epidemica. Si conferma un trend in diminuzione nei tassi di occupazione dei posti letto in area medica e terapia intensiva.

Si ribadisce la necessità di continuare a rispettare le misure comportamentali individuali e collettive previste/raccomandate, l’uso della mascherina, aereazione dei locali, igiene delle mani e ponendo attenzione alle situazioni di assembramento.

L’elevata copertura vaccinale, il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo, con particolare riguardo alle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali, rappresentano strumenti necessari a mitigare l’impatto soprattutto clinico dell’epidemia”.

Consulta
Vedi anche

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: