Giornale Online Fede e Ragione. Direttore Paolo Centofanti

Innovazione e ricerca

Nature: le diverse aspettative di vita di bianchi e neri a Washington

Nature: bianchi e neri non hanno la stessa aspettativa di vita a Washington, DC.

Le cause ? Malattie cardiache, l’omicidio e il cancro sono quelle più rilevanti nel determinare il divario di aspettativa di vita tra neri e bianchi. Lo mostra un recente studio pubblicato su Nature Scientific Reports. I ricercatori hanno studiato i dati sulla mortalità di uomini e donne di varie fasce di età a Washington, DC nel periodo dal 1999 al 2017. Valutando sia le specifiche cause dei decessi, sia quanto contribuivano alle differenze di aspettative di vita tra bianchi e neri, in tre differenti periodi: 2000, 2008, 2016.

Gli studiosi pensano che le differenze di aspettativa di vita di bianchi e neri possano dipendere da “cause sociali ed economiche fondamentali che colpiscono prevalentemente i quartieri neri, inclusi rischi ambientali, alti tassi di criminalità, scuole di scarsa qualità e mancanza di accesso all’assistenza sanitaria”. Nel periodo più recente tra quelli esaminati, ovvero il 2016, è emerso che l’aspettativa di vita media a Washington, DC per gli uomini di colore era  di 17,23 anni inferiore a quella degli uomini bianchi e per le donne di colore era di 12,06 anni inferiore a quella delle donne bianche.

  • In particolare, le principali cause di morte erano state malattie cardiache, omicidi, cancro e lesioni non intenzionali, così come avvelenamenti casuali da farmaci. Tra tali fattori, per gli uomini malattie cardiache e cancro sono state quelle maggiormente determinanti nella fascia di età 55 – 69 anni. Mentre l’omicidio è stato maggiormente determinante nella fascia di età 20 – 29 anni.
  • Per le donne, le cause principali sono state malattie cardiache, cancro, lesioni non intenzionali e condizioni perinatali. Malattie cardiache e cancro sono state più determinanti nella fascia di età 55 – 69 anni. Le lesioni non intenzionali nella fascia di età 50 – 59 anni.

Le differenze di aspettativa di vita sono aumentate anziché diminuire negli ultimi anni.

I ricercatori hanno anche scoperto che a Washington, DC le differenze di aspettativa di vita sono aumentate negli ultimi anni, perché l’aspettativa di vita per i bianchi ha continuato ad aumentare e l’aspettativa di vita per i neri ha iniziato a diminuire. Gli autori suggeriscono che le disparità nell’aspettativa di vita tra i neri e i bianchi possono essere attribuibili a cause sociali ed economiche fondamentali che colpiscono prevalentemente i quartieri neri, tra cui pure “rischi ambientali, alti tassi di criminalità, scuole di scarsa qualità e mancanza di accesso all’assistenza sanitaria”.

Mentre “l’uguaglianza di accesso a un’istruzione efficace, le opportunità di lavoro, quartieri e alloggi sicuri e un’assistenza sanitaria di alta qualità possono ridurre le disparità di salute e l’aspettativa di vita tra i neri e i bianchi a Washington, DC”.

Informazioni, autori e abstract dell’articolo.

Titolo: Contributors to the black-white life expectancy gap in Washington D.C. . DOI 10.1038 / s41598-020-70046-6.

Autori: Max Roberts, Eric N. Reither e Sojung Lim. Pubblicato su Nature Scientific Reports volume 10, Article number: 13416 – 2020.

Abstract: Nonostante il divario tra bianchi e neri nell’aspettativa di vita si sia ridotto negli Stati Uniti, il miglioramento nazionale nasconde le disparità in corso. Da nessuna parte questo è più evidente di Washington D.C., dove il divario tra bianchi e neri ha costantemente superato i 10 anni. Utilizzando i dati sulla mortalità 1999-2017 del National Center for Health Statistics, abbiamo utilizzato tecniche demografiche per perseguire tre obiettivi: primo, abbiamo creato tabelle di vita periodica per esaminare le tendenze della longevità a Washington DC; in secondo luogo, abbiamo scomposto le differenze di aspettativa di vita di bianchi e neri in 23 cause di morte in tre periodi di tempo (2000, 2008, 2016); terzo, abbiamo valutato i contributi specifici per età per ciascuna causa di morte. I risultati hanno rivelato che le malattie cardiache (4,14 anni), l’omicidio (2,43 anni) e il cancro (2,30 anni) hanno contribuito maggiormente al divario di 17,23 anni tra i maschi nel 2016. Le malattie cardiache e il cancro hanno contribuito maggiormente all’età di 55-69 anni; l’omicidio ha contribuito maggiormente all’età di 20-29 anni. Tra le donne nel 2016, le malattie cardiache (3,24 anni), il cancro (2,36 anni) e le lesioni non intenzionali (0,85 anni) hanno contribuito maggiormente al divario di 12,06 anni. Le malattie cardiache e il cancro hanno contribuito maggiormente all’età di 55-69 anni e le lesioni non intenzionali all’età di 50-59 anni. La nostra indagine fornisce prove dettagliate sui contributori al divario di longevità tra bianco e neri a Washington DC, che possono aiutare nello sviluppo di interventi mirati di salute pubblica.

Link Nature Scientific Reports.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: