Giornale Online Fede e Ragione. Direttore Paolo Centofanti

Alert e emergenze

Coronavirus: ISS, attenzione ai medicinali contraffatti e alle fake news

Coronavirus: attenzione ai farmaci contraffatti e alle fake news sui social. L’Istituto Superiore di Sanità rilancia l’allarme di OCSE e European Union Intellectual Property Office.

L’ISS ricorda “la necessità di lottare contro la vendita di medicinali difettosi o contraffatti”, in questa emergenza da Coronavirus – Covid-19. Un “avvertimento lanciato dall’OCSE e dall’European Union Intellectual Property Office – EUIPO, incaricato di gestire i marchi dell’Unione e i disegni e modelli comunitari registrati”. I farmaci contraffatti possono essere non solo non efficaci contro il Coronavirus e Covid19. Per errori di dosaggi e di formule, e per contaminazioni, possono essere estremamente pericolosi per la salute, causando ad esempio effetti collaterali e intossicazioni.

L’Istituto Superiore di Sanità rilancia una nota di OCSE e EUIPO, che spiega come i sequestri recenti di medicinali contraffatti per terapie contro il Covid-19, “mettono in luce la necessità di far fronte ad un crescente traffico internazionale di medicinali contraffatti che costano ogni anno miliardi di euro mettendo vite a repentaglio”. OCSE e EUIPO ricordano che “il traffico e la vendita di medicine contraffatte o difettose arricchiscono gruppi criminali e mettono in pericolo vite umane”.

Il segretario generale dell’OCSE, Angel Gurría ha affermato che “la scoperta di finte forniture mediche legate al Covid-19, mentre il mondo si unisce per lottare contro la pandemia, accentua la gravità e il carattere urgente di questa sfida mondiale”. E auspica che le informazioni o che i dati forniti “sul valore, la portata e l’evoluzione di questi traffici illeciti potranno condurre a soluzioni rapide per lottare contro questo flagello”.

Il report dell’ISS per segnalare il mercato online illegale dei farmaci contraffatti e le fake news circolanti su web e social network.

L’Istituto Superiore di Sanità il 16 aprile 2020 ha pubblicato il proprio Rapporto ISS COVID-19 n. 15/2020. Indicazioni relative ai rischi di acquisto online di farmaci per la prevenzione e terapia dell’infezione COVID-19 e alla diffusione sui social network di informazioni false sulle terapie. Il report è visibile in questo articolo. Elaborato dal Gruppo di lavoro ISS Farmaci COVID-19, il rapporto segnala “un attivo mercato illegale del farmaco, che sta sfruttando l’emergenza sanitaria per lucrare sulla salute e sulla paura della popolazione”.

L’ISS avvisa sia dei rischi derivanti “dall’acquisto online di farmaci per la prevenzione e terapia dell’infezione COVID-19”, sia di quelli causati “dalla diffusione sui social network di informazioni false sulle terapie”. Il rapporto è stato elaborato monitorando i siti web che “vendono farmaci attualmente in sperimentazione per la cura dell’infezione COVID-1”. Sfruttando così questo momento di emergenza e speculando sulla salute delle persone.

Nel report allegato l’Istituto Superiore di Sanità mostra i problemi causati “dalla vendita in Internet di farmaci pubblicizzati come preventivi o curativi dell’infezione COVID-19”, Avvertendo dei  “rischi legati all’acquisto di medicinali attraverso farmacie online non autorizzate e alle terapie fai da te”. L’ISS ricorda inoltre che “secondo la normativa italiana è possibile acquistare legalmente solo farmaci vendibili senza ricetta ed esclusivamente da farmacie online autorizzate dal Ministero della Salute.” Sono inoltre segnalate le principali fake news virali sul web e sui social network su come come prevenire il contagio da Coronavirus e lo sviluppo di Covid-19, e come curarsi.

Rapporto ISS COVID-19 n. 15_2020 farmaci online

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: