Giornale Online Fede e Ragione. Direttore Paolo Centofanti

Alert e emergenze

Nature: già da gennaio 2020 casi di Coronavirus – Covid-19 a Wuhan

Nature Microbiology: casi di Coronavirus – Covid19 erano stati già rilevati a gennaio 2020. E il primo caso era stato verificato alla fine di dicembre 2019.

Lo spiega l’articolo pubblicato su Nature Microbiology la mattina di ieri, martedì 7 aprile 2020, con il titolo SARS-CoV-2 detection in patients with influenza-like illness. Rilevazione SARS-CoV-2 in pazienti con malattia simil influenzale. “La sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2)”, spiega Nature Microbiology, “è stata rilevata in nove su 640 tamponi della gola analizzati nuovamente raccolti dal 6 ottobre 2019 al 21 gennaio 2020 da pazienti a Wuhan, in Cina, che avevano una malattia simil influenzale”.

I dati risultanti dalle analisi effettuate in quel periodo, “suggeriscono che la trasmissione comunitaria di SARS-CoV-2 è stata stabilita a Wuhan all’inizio di gennaio”. Potremmo quindi quindi ipotizzare che l’epidemia a Wuhan è effettivamente cominciata almeno nelle prime due settimane di gennaio. Gli autori dell’articolo sono Wen-Hua Kong, Yao Li, Ming-Wei Peng, De-Guang Kong, Xiao-Bing Yang, Leyi Wang e Man-Qing Liu.

I ricercatori spiegano pure che “COVID-19 è stato segnalato per la prima volta a Wuhan” già “alla fine di dicembre 2019”. E che prima del 23 febbraio 2020, “il 60% dei 77.000 casi cinesi di infezione da SARS-CoV-2 erano stati segnalati a Wuhan”. E dal “rapido aumento dei casi segnalati” sembra probabile che  “la trasmissione comunitaria di SARS-CoV-2 sia cominciata a Wuhan e nelle regioni vicine entro la fine di gennaio”.

Gli autori dell’articolo Nature, “hanno studiato retrospettivamente la presenza di SARS-CoV-2 tra i pazienti locali con malattia simil influenzale – caratterizzata da febbre ad insorgenza improvvisa a 38 ° C e tosse o mal di gola – a Wuhan. Man-Qing Liu e i suoi colleghi ricercatori “hanno riesaminato 640 tamponi della gola raccolti da pazienti durante un periodo di 16 settimane, che coincideva con il picco invernale dell’influenza e di altre malattie respiratorie. I campioni facevano parte di un programma di sorveglianza dell’influenza. I pazienti di questa coorte, provenienti da due ospedali nazionali sentinella per influenza a Wuhan, comprendevano 315 maschi e 325 femmine di età compresa tra 9 mesi e 87 anni”.

I ricercatori cinesi hanno anche “scoperto che nove dei tamponi nuovamente analizzati sono risultati positivi per l’RNA SARS-CoV-2. Questi nove pazienti provenivano da diversi distretti della metropoli di Wuhan e dalle aree circostanti, il che fornisce prove della trasmissione della comunità in quest’area all’inizio di gennaio 2020. Questo lavoro aggiunge informazioni per comprendere la fase iniziale dell’attuale pandemia”.

Abstract articolo SARS-CoV-2 detection in patients with influenza-like illness. Rilevazione SARS-CoV-2 in pazienti con malattia simil influenzale.

La malattia di coronavirus 2019 (COVID-19), causata dalla grave sindrome respiratoria acuta coronavirus 2 (SARS-CoV-2), è stata segnalata per la prima volta a Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina alla fine di dicembre 2019. Abbiamo analizzato nuovamente 640 tamponi della gola raccolti da pazienti a Wuhan con malattia simil-influenzale dal 6 ottobre 2019 al 21 gennaio 2020 e hanno scoperto che 9 dei 640 tamponi della gola erano positivi per l’RNA SARS-CoV-2 mediante PCR quantitativa, suggerendo la trasmissione comunitaria di SARS-CoV2 a Wuhan all’inizio Gennaio 2020. Link Nature MicrobiologyDOI 10.1038 / s41564-020-0713-1.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: