Tra i presunti doveri del mobbizzato non ci sono ricatti, sfruttamento o ”espropri aziendali”

Una delle questioni ricorrenti per un mobbizzato è quali siano i suoi diritti e quali i doveri. Soprattutto considerando che in una situazione di mobbing, capi e colleghi complici cercano sempre di far sentire il lavoratore colpevole di inadempimenti esagerati, se non inesistenti. Insinuando così inadempimenti mai accaduti, o non considerati tali dai Contratti Collettivi e dalla Legge del Lavoro. E cercando di ampliare indefinitamente i limiti degli obblighi, contrattuali e di Legge. Con l’obiettivo sia di porre il mobbizzato in una condizione di sudditanza, di ansia e di angoscia. Sia di umiliarlo e poterlo deridere di fronte a colleghi[…]

Read more

Mobbing: minacce e pressioni per evitare azioni legali

Oggi parliamo di nuovo sinteticamente di mobbing, e di quelle situazioni in cui il lavoratore o la lavoratrice si trovano un aumento di pressioni e minacce, perché hanno deciso di depositare azioni legali Spiegando quello che affermano tutti o quasi i manuali scientifici sul mobbing: raramente c’è modo per trattare. O si lascia il lavoro, o si muovono azioni legali. In casi di mobbing, arriva il momento in cui lavoratore – dopo ripetuti inutili tentativi di risolvere la situazione – decide di muovere una o più azioni legali. Il dipendente ha cercato in tutti i modi di arrivare ad una[…]

Read more

A proposito di mobbing: anticipare una causa è una minaccia ?

Parlando di mobbing mi capita spesso che lavoratori e lavoratrici, o loro familiari, mi pongano questa domanda sui social network o altrove È una questione attuale e delicata, di cui abbiamo parlato recentemente qui su Fede e Ragione. Certamente ne abbiamo parlato, appunto, in queste settimane sui social network. Ovviamente chi me lo chiede è preoccupato, direttamente per sé o per i propri cari. Preoccupato che veramente anticipare una vertenza, una causa, o altre azioni legali, possa configurarsi come ricatto o estorsione. A molte persone potrà sembrare strano, incongruo e illegittimo, però è una questione reale. In determinate aziende purtroppo capita o[…]

Read more
papa francesco

Papa Francesco: denunciare la tratta e lo sfruttamento di persone

Così il Santo Padre a margine dell’Angelus di oggi Papa Francesco, nella vigilia della Giornata Mondiale contro la tratta di persone, ha pronunciato parole di condanna contro il crimine della tratta e sfruttamento di persone, e contro coloro che ne sono colpevoli. Esortando tutti, fedeli e non, a denunciare qualsiasi situazione di sfruttamento di cui possano essere testimoni. Il Pontefice ha parlato oggi, domenica 29 luglio 2018, di questa “piaga” sociale. Che “riduce in schiavitù molti uomini, donne e bambini con lo scopo dello sfruttamento lavorativo e sessuale, del commercio di organi, dell’accattonaggio e della delinquenza forzata”. Sottolineando come ciò accada[…]

Read more