Giornale Online Fede e Ragione Direttore Paolo Centofanti

Lavoro

DL Aiuti, Orlando: “Passi avanti per proteggere lavoratori, pensionati, famiglie e imprese”

Orlando-presentazione-bonus-trasporti

Il ministro Orlando: il DL Aiuti sarà uno strumento per proteggere lavoratori, pensionati, famiglie e imprese.

Così il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali ha commentato il Decreto Legge Aiuti approvato dal Consiglio dei Ministri. Il Decreto contiene interventi a sostegno dei lavoratori, dei pensionati e delle famiglie. “Si tratta di misure che hanno l’obiettivo – spiega il ministro – di allargare i sistemi di protezione sociale a fronte dell’aumento dell’inflazione e dei costi dell’energia. Il nostro obiettivo era quello di non perdere altro tempo e gli interventi approvati oggi per i lavoratori, i pensionati, le famiglie e le imprese vanno nella direzione di un maggior sostegno per fare fronte all’incertezza e al caro vita anche grazie all’anticipo della rivalutazione delle pensioni e a un ulteriore taglio delle tasse sul lavoro”.

Su proposta del ministro Orlando, con 100 milioni di euro viene rifinanziato il Fondo per il sostegno del potere di acquisto dei lavoratori autonomi.

Con 101 milioni di euro di finanziamento aggiuntivo aumenta il Fondo per il Bonus Trasporti, che sarà disponibile a partire dal prossimo mese di settembre per i lavoratori, gli studenti e i pensionati con un contributo massimo di 60 euro per abbonamenti al Tpl mensili o annuali.

Viene riconosciuta l’indennità una tantum di 200 euro ai lavoratori sportivi e nei confronti di quei lavoratori dipendenti che – pur percettori di reddito inferiore ai 35mila euro – nei primi 6 mesi dell’anno non hanno beneficiato dell’esonero contributivo previsto dalla legge di bilancio 2022, in quanto interessati da eventi (quali maternità o cassa integrazione) coperti solo figurativamente dall’INPS. A questi lavoratori l’indennità è riconosciuta in via automatica, previa autodichiarazione, nella retribuzione che sarà erogata nel mese di ottobre. È in corso di verifica tecnica la proposta avanzata dal ministro Orlando di estendere il Bonus di 200 euro ai dottorandi e agli assegnisti di ricerca e ai lavoratori in pensione a decorrere dal primo luglio di quest’anno.

Per sostenere l’Ex-Ilva scongiurando i rischi di uno stop alla produzione viene infine previsto un aumento di capitale da un miliardo di euro.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: