Giornale Online Fede e Ragione Direttore Paolo Centofanti

Canale Fede e Ragione

Covid-19, fase epidemica acuta, Rezza: proteggere i fragili

Coronavirus SARS-CoV-2

Covid-19, Rezza: proteggere le persone fragili con le dosi booster del vaccino.

Così il direttore generale per la Prevenzione pressi il Ministero della Salute, Giovanni Rezza, nel proprio video commento sul monitoraggio Covid-19 per la settimana dal 4 al 10 luglio 2022.

Cresce lievemente l’incidenza, 1158 casi su 100mila abitanti. Scende leggermente l’Rt, 1,34. Il tasso di occupazione dei posti letto in area medica si attesta a 15,8% e in terapia intensiva al 3,9%. La velocità di circolazione virale è ancora molto elevata. È importante proteggere le persone fragili e gli ultra 60 con la quarta dose del vaccino e proteggere le persone anziane e fragili con la seconda dose booster del vaccino

“Anche questa settimana continua a crescere il tasso di incidenza di casi di Covid-19 nel nostro paese, anche se a un ritmo un po più lento e l’incidenza si fissa a mille 158 casi per 100 mila abitanti. Notiamo invece una lieve inversione di tendenza nelle reti che diminuisce leggermente siamo ora intorno a 1,34 però ancora ben al di sopra dell’unità che rappresenta un po una soglia epidemica per quanto riguarda il tasso di occupazione dei posti di area medica e di terapia intensiva siamo rispettivamente al 15,8 e al 3,9 per cento quindi c’è un bel momento per quanto riguarda i ricoveri nari america mentre fortunatamente non assistiamo una congestione nei posti di terapia intensiva quindi nonostante qualche piccolo segnale di miglioramento alla velocità di circolazione virale è ancora molto elevata e quindi importante effettuare la quarta dose soprattutto ciò riguarda gli ultrasessantenni e le persone più vulnerabili di qualsiasi età perché con la quarta dose possiamo proteggere queste persone dalle forme più gravi di malattia”.

Ministero della Salute: fase epidemica acuta

Si conferma una fase epidemica acuta caratterizzata da una incidenza molto elevata, da una velocità di trasmissione (sia calcolata su casi sintomatici che su casi ricoverati in ospedale) in lieve diminuzione ma ancora al di sopra della soglia epidemica e da un aumento persistente nei tassi di occupazione dei posti letto in area medica e terapia intensiva.

In questa fase si ribadisce la necessità di continuare a rispettare le misure comportamentali individuali e collettive previste/raccomandate, l’uso della mascherina, aereazione dei locali, igiene delle mani e ponendo attenzione alle situazioni di assembramento.

L’elevata copertura vaccinale, il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo, con particolare riguardo alle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali, rappresentano strumenti necessari a mitigare l’impatto soprattutto clinico dell’epidemia.

Documenti Monitoraggio

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: