Giornale Online Fede e Ragione Direttore Paolo Centofanti

Arte e cultura

Miur e Salone del Libro promuovono la lettura

Firmato accordo tra Ministero dell’Istruzione e Salone del Libro per la promozione della lettura.

Il Ministero dell’Istruzione e il Salone Internazionale del Libro di Torino hanno firmato il Protocollo d’intesa “Per la promozione della lettura e la partecipazione delle istituzioni scolastiche al Salone Internazionale del Libro di Torino”. L’accordo prevede eventi, incontri, letture, dibattiti, pubblicazioni, che avranno come “protagoniste le scuole” e porranno al centro “l’importanza del libro come strumento essenziale per approfondire i linguaggi della società contemporanea”.

Con questi obiettivi e in vista della nuova edizione della manifestazione a maggio,

Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha affermato che “l’educazione alla lettura, la passione per i libri ci aiutano a scoprire il mondo, a maturare spirito critico, capacità di analisi, indipendenza culturale. Leggere permette alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi di diventare adulti consapevoli”. Per tale ragione ha quindi ringraziato l’Associazione Torino – La Città del Libro per questo protocollo, che “rafforza l’impegno della comunità scolastica e consolida ulteriormente la collaborazione della scuola con il Salone Internazionale del Libro”.

Mentre Silvio Viale, oresidente dell’Associazione Torino – La Città del Libro ha spiegato che “il mondo della scuola è da sempre una delle anime principali del Salone del Libro che organizza per i suoi studenti numerosi progetti durante tutto l’anno, ben oltre giornate di fiera”. Nella rassegna di quest’anno sono previsti come di consueto “incontri con autori, percorsi di approfondimento tematici online e offline, laboratori ed esperienze didattiche”, che rappresentano “strumenti e occasioni di crescita che il Salone realizza e fa crescere edizione dopo edizione. Ci auguriamo – ha affermato Viale – che, con la firma di questo Protocollo d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, gli ambiti di progettazione rivolti a studenti ed insegnanti si arricchiscano ulteriormente e che la rete intorno ai progetti cresca e si rinnovi”.

Gli obiettivi dell’accordo: eventi educativi, approfondimenti e promozione della lettura.

Tra gli obiettivi dell’Accordo, spiega il Miur, “la realizzazione, nel rispetto dell’autonomia scolastica e delle scelte degli istituti in tema di Piano triennale dell’offerta formativa, di eventi educativi che affianchino l’attività didattica, momenti di approfondimento dedicati alla conoscenza del patrimonio storico e artistico, anche attraverso le nuove tecnologie e la formazione dei docenti”.

Ciò che è però più importante è “promuovere la lettura, favorendo la collaborazione tra scuole, università, biblioteche, Regioni, Enti locali, librerie, istituti culturali, associazioni professionali, organizzazioni studentesche, soggetti pubblici e privati. Una sinergia – spiega il dicastero dell’Istruzione – che può trovare la sua massima espressione nella partecipazione delle scuole al Salone Internazionale del Libro.

Questa collaborazione tra Ministero dell’Istruzione e l’Associazione Torino – La Città del Libro, nel rispetto delle specifiche competenze delle due organizzazioni, “sarà al servizio di studentesse, studenti, docenti, famiglie, proponendo momenti di educazione e promozione della lettura negli istituti scolastici di tutto il territorio nazionale”. Previsto anche l’utilizzo di piattaforme digitali e social media, corsi, incontri e laboratori, destinati sopra tutto ai docenti referenti per le biblioteche scolastiche.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: