Giornale Online Fede e Ragione Direttore Paolo Centofanti

Diritti e inclusione

La Svizzera presenta il suo primo rapporto al Comitato ONU per i diritti delle persone con disabilità

mappa-svizzera-google-maps

La Svizzera presenta il suo primo rapporto al Comitato ONU per i diritti delle persone con disabilità.

Berna, 08.03.2022 – Il Comitato delle Nazioni Unite per i diritti delle persone con disabilità esaminerà dal 14 al 16 marzo 2022 il primo rapporto periodico della Svizzera sull’attuazione della Convenzione internazionale sui diritti delle persone con disabilità. Una delegazione di Confederazione e Cantoni presenterà il rapporto e risponderà alle domande dei membri del Comitato.

La Svizzera ha aderito nel 2014 alla Convenzione internazionale sui diritti delle persone con disabilità (CDPD), ratificata finora da 184 Stati, e nel 2016 ha consegnato il primo rapporto sulla sua attuazione. A causa dell’elevato numero di ratifiche della CDPD e della pandemia di COVID-19, il suo esame avviene soltanto quest’anno.

Approvato dal Consiglio federale il 29 giugno 2016, il rapporto illustra come sono attuati sul piano giuridico e politico i diritti delle persone con disabilità in Svizzera e segnala gli ambiti in cui è ancora necessario intervenire.

Nel suo rapporto del 2018 sulla politica in favore delle persone disabili, il Consiglio federale ha constatato che la situazione dei diretti interessati in Svizzera è migliorata notevolmente. Gli edifici e i trasporti pubblici sono più facilmente accessibili e l’assicurazione per l’invalidità punta maggiormente sull’integrazione professionale. In molti ambiti della vita, quali il lavoro, la formazione, la salute, l’alloggio, il tempo libero o la cultura, la partecipazione delle persone con disabilità è però tuttora disseminata di ostacoli. Per gli anni dal 2018 al 2022, il Consiglio federale ha quindi posto le priorità della politica in favore delle persone disabili sull’intensificazione della collaborazione tra Confederazione e Cantoni, sulla promozione della vita autodeterminata, sulle pari opportunità sul lavoro e sul miglioramento della comunicazione senza barriere. Le domande formulate dal Comitato delle Nazioni Unite in vista dell’esame del rapporto, così come la presentazione a Ginevra offrono l’opportunità di mettere in evidenza queste misure volte a migliorare le pari opportunità delle persone con disabilità.

L’esame del rapporto da parte del Comitato delle Nazioni Unite per i diritti delle persone con disabilità avviene in dialogo con i singoli Stati parte.
Preliminarmente, anche la società civile ha la possibilità di presentare la sua valutazione della situazione al Comitato. Dopo l’esame, il Comitato sottopone  per scritto allo Stato parte le sue contestazioni e le sue raccomandazioni.

È previsto che il Consiglio federale definisca le future priorità della politica in favore delle persone disabili alla fine del 2022. Questo quadro offrirà anche l’occasione per tenere conto delle raccomandazioni del Comitato delle Nazioni Unite.

Immagine: mappa della Svizzera, cortesia Google Maps.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: