Giornale Online Fede e Ragione Direttore Paolo Centofanti

Diritti e inclusione

Svizzera: suono delle campane e raccoglimento per la pace

mappa-svizzera-google-maps

Svizzera: iniziative per la pace con le Chiese nazionali, il presidente della Confederazione, i presidenti del Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati.

Il 4 marzo scorso la Conferenza dei vescovi svizzeri, la Chiesa evangelica riformata in Svizzera e la Chiesa cattolica cristiana della Svizzera hanno invitato tutti i cittadini a fermarsi e osservare un momento di raccoglimento. Una iniziativa di solidarietà sostenuta anche dal presidente della Confederazione Ignazio Cassis, dalla presidente del Consiglio nazionale Irène Kälin e dal presidente del Consiglio degli Stati Thomas Hefti.

Alle ore 10.00 del mattino di mercoledì 9 marzo tutte le campane delle chiese in Svizzera hanno suonato per tre minuti. “La guerra – scrive il Consiglio federale svizzero – sta generando una sofferenza incommensurabile alla popolazione in Ucraina. Si contano già tanti morti e feriti, e centinaia di migliaia di persone hanno dovuto lasciare le loro case e fuggire.

La Svizzera è profondamente preoccupata per il destino della popolazione civile in Ucraina. Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis, la presidente del Consiglio nazionale Irène Kälin e il presidente del Consiglio degli Stati Thomas Hefti sono colpiti dal sostegno che la gente in Svizzera sta mostrando per aiutare i profughi ucraini. Su incarico del presidente della Confederazione, l’Aiuto umanitario ha già effettuato un primo invio di beni di soccorso a destinazione di Varsavia, dove avverrà lo smistamento”.

All’iniziativa hanno aderito anche il presidente della Confederazione, la presidente del Consiglio nazionale e il presidente del Consiglio degli Stati, interrompendo le proprie attività per tre minuti, per esprimere solidarietà al popolo ucraino. In quel minuti hanno suonato tutte le campane della Svizzera.

Le tre Chiese nazionali, ovvero la Conferenza dei vescovi svizzeri, la Chiesa evangelica riformata in Svizzera e la Chiesa cattolica cristiana della Svizzera – hanno lanciato questa azione, scrive il Consiglio federale, “per dimostrare la propria solidarietà con il popolo ucraino e protestare contro la guerra. Il presidente della Confederazione Cassis, la presidente del Consiglio nazionale Kälin e il presidente del Consiglio degli Stati Hefti ringraziano le Chiese nazionali per questa azione di solidarietà e invitano tutta la popolazione della Svizzera a osservare tre minuti di raccoglimento per la pace, mentre risuonano le campane di tutto il Paese”.

Immagine: mappa della Svizzera, cortesia Google Maps.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: