Rembrandt La lezione di anatomia del dottor Tulp

Video: Rembrandt, un’app per viverne i quadri

La tecnologia informatica applicata all’arte. L’app Rembrandt Reality è stata sviluppata dallo studio CapitolaVR per Nationale Nederlanden e Mauritshuis Museum. L’app è stata realizzata su La lezione di anatomia del dottor Tulp, uno dei quadri più conosciuti del grande pittore e incisore olandese. Tramite Rembrandt Reality – disponibile sullo store Android e su  App Store iOS – è possibile esplorare questa sua famosa opera del 1632. Il quadro è esposto al Mauritshuis Museum di Amsterdam. Il video, disponibile su YouTube e visibile anche direttamente in quest’articolo, spiega come funziona l’app. Dopo averla scaricata e attivata, si delimita uno spazio virtuale[…]

Read more
N. T. Wright Resurrezione di Cristo

Una conferenza di N. T. Wright: Gesù è realmente risorto ?

La questione della resurrezione di Gesù Cristo è fondamentale nella fede cristiana. Una questione a cui possiamo credere appunto per fede, ma che per la ragione è meno comprensibile, e in cui certamente la scienza non ha modo di intervenire. Ma qual’è il significato della Resurrezione di Cristo, e come può cambiare le vite dei credenti e il mondo stesso in cui vivono ? Ne ha parlato in una conferenza qualche tempo fa N. T. Wright, professore di Nuovo Testamento e Cristianesimo delle Origini all’Università di St. Andrews, in Scozia. Il video, accessibile anche da questo articolo, e pubblicato su[…]

Read more

Ignobel: le follie della scienza e della ricerca

Ignobel: tra follie e provocazioni Le follie sono quelle delle ricerche premiate con il premio Ig Nobel, più noto nel nostro paese come Ignobel . Questi premi assurdi sono conferiti ogni anno a dieci ricerche improbabili, definite come “strane, divertenti, e perfino assurde”. Talmente assurde che abbiamo pensato fosse necessario trovare una categoria specifica per questo articolo. Ricerche – spiega il video YouTube che qui pubblichiamo – che fanno certamente ridere le persone. E nelle intenzioni dichiarate dagli organizzatori dovrebbero quindi pure far riflettere. Certamente lasciano la sensazione che negli anni questi premi si siano talmente evoluti – o involuti ?[…]

Read more