Addio a Peter Fonda: non solo Easy Rider

Il 16 agosto scorso abbiamo dovuto salutare per sempre Peter Fonda, uno degli attori che hanno segnato la storia del cinema internazionale. Gloden Globe come miglior attore in un film drammatico, nato a News York il 23 del febbraio 1940, Peter Henry Fonda aveva il cinema nel dna. Era infatti figlio del mitico Henry Fonda, collocato dall’American Film Institute al sesto posto tra i più grandi attori del cinema. Ciò nonostante, con Laurence Olivier e Paul Newman Henry Fonda ebbe la strana sorte di ricevere l’Oscar alla carriera prima di averlo vinto come attore. Per Fonda il primo oscar come miglior[…]

Read more

Ignobel: le follie della scienza e della ricerca

Ignobel: tra follie e provocazioni Le follie sono quelle delle ricerche premiate con il premio Ig Nobel, più noto nel nostro paese come Ignobel . Questi premi assurdi sono conferiti ogni anno a dieci ricerche improbabili, definite come “strane, divertenti, e perfino assurde”. Talmente assurde che abbiamo pensato fosse necessario trovare una categoria specifica per questo articolo. Ricerche – spiega il video YouTube che qui pubblichiamo – che fanno certamente ridere le persone. E nelle intenzioni dichiarate dagli organizzatori dovrebbero quindi pure far riflettere. Certamente lasciano la sensazione che negli anni questi premi si siano talmente evoluti – o involuti ?[…]

Read more
Vidiadhar Surajprasad Naipaul

Morto Naipaul, Nobel per la letteratura nel 2001

Sir Vidiadhar Surajprasad Naipaul era uno dei più importanti scrittori contemporanei Nel 2001 Naipaul, giornalista e scrittore, aveva vinto il premio Nobel “per aver unito una descrizione percettiva ad un esame accurato incorruttibile costringendoci a vedere la presenza di storie soppresse”. Naipaul una volta aveva definito sé stesso come “il tipo di scrittore che la gente pensa che gli altri stiano leggendo”. Affermava però anche di preferire che i lettori si concentrassero sulle storie e le persone che raccontava, anziché inciampare letterariamente su di lui. In un’altra citazione famosa, Naipaul aveva spiegato il rapporto intellettuale e creativo tra lettura e scrittura. “Senza[…]

Read more

In ricordo di Stephen Hawking, tra scienza e fede

Il grande astrofisico britannico è purtroppo morto oggi nella sua abitazione a Cambridge, all’età di 76 anni. Lo ha comunicato un portavoce della sua famiglia, attraverso la dichiarazione dei suoi figli, Lucy, Robert e Tim:  “siamo profondamente addolorati nell’annunciare che nostro padre è morto. È stato un grande scienziato e un uomo straordinario il cui lavoro continuerà a vivere per anni. Il suo coraggio e la sua perseveranza, insieme al suo brillante humor, hanno ispirato molti nel mondo”. Vogliamo ricordare Stephen Hawking riprendendo anche un articolo, pubblicato su SRM il 9 febbraio del 2015, sul pluripremiato film La Teoria del Tutto, basato sulla vita, come scienziato[…]

Read more

Addio a Jerry Lewis, re della comicità

L’attore è morto per cause naturali ieri, domenica 20 agosto 2017, nella città di Newark nel New Jersey. Aveva 91 anni, 86 dei quali trascorsi nello spettacolo. Aveva infatti cominciato a cantare in un coro quando aveva solo cinque anni, scoprendo poco dopo anche la proprie capacità comiche, diventando presto il simbolo di un modo originale, spesso pure politicamente scorretto e discusso, di essere un attore comico. Alla sua precoce carriera avevano molto contribuito i genitori: suo padre Daniel Levitch era infatti un attore di vaudeville, il genere teatrale, tra commedia satira e canto, nato in Francia verso la fine diciottesimo[…]

Read more
sentenza

Lavoro: perché una Sentenza non vuol dire rinuncia

Una delle fake news, o bufale, che gira molto sulle dinamiche relazionali e legali tra azienda e dipendenti, è quella per cui spesso si sente dire che quella certa società, trovandosi in un contenzioso legale formalizzato in Tribunale con uno o più propri dipendenti, abbia preferito rinunciare a far valere le proprie ragioni – e il Giudizio si sia concluso perciò favorevolmente per il dipendente o i dipendenti stessi. Una sorta di grazia, per presunta liberalità aziendale, che per qualche strana ragione beneficia il dipendente interessato, garantendogli la vittoria. In realtà, si tratta di una “bufala giuridica”, potremmo dire, o[…]

Read more