Cassazione: Querela d’ufficio per il reato di usurpazione di titoli industriali

Pubblichiamo Corte Suprema di Cassazione Sezione Terza Penale Sentenza 30 maggio 2019, n. 24141 Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. RAMACCI Luca – Presidente – Dott. CERRONI Claudio – Consigliere – Dott. DI STASI Antonella – Consigliere – Dott. MENGONI Enrico – Consigliere – Dott. ZUNICA Fabio – rel. Consigliere – ha pronunciato la seguente: SENTENZA sui ricorsi proposti da: E.G., nato a (OMISSIS); A.I., nato in (OMISSIS); avverso la sentenza del 30-01-2017 della Corte di appello di Ancona; visti gli atti, il provvedimento impugnato e i ricorsi; udita la relazione svolta dal consigliere Dott. ZUNICA Fabio; udito il Pubblico[…]

Read more

Cassazione: vessazioni psicologiche sul lavoro sono mobbing anche se non dolose o sistematiche

Nuova importante Sentenza della Corte di Cassazione sul mobbing e sulle vessazioni psicologiche sul lavoro. La Cassazione continua ad innovare e a dare ai lavoratori nuovi strumenti di tutela e di difesa contro il fenomeno mobbing. Fenomeno che in Italia appare frequente e problematico più che in altri paesi. Causando costi sociali, economici e aziendali difficilmente quantificabili. Purtroppo, è noto, ad oggi non esiste nel nostro paese una Legge anti mobbing, come invece accade in molte nazioni, europee e non. Esiste però una proposta di Legge contro il mobbing – vedi testo integrale su Fede e Ragione – che potrebbe[…]

Read more

Mobbing: il testo della proposta di Legge

Pubblichiamo il testo integrale della proposta di Legge contro il mobbing. Art. 1: Campo di applicazione. 1. La presente legge prescrive misure per la tutela da molestie morali e violenze psicologiche ai danni delle lavoratrici e dei lavoratori in ambito lavorativo e in tutti i settori di attività, privati o pubblici, comprese le collaborazioni, indipendentemente dalla loro natura, mansione o grado. 2. Nell’ambito di qualsiasi rapporto di lavoro sono vietati comportamenti anche omissivi, che ledano o pongano in pericolo la salute fisica e psichica, la dignità e la personalità morale del lavoratore. Art. 2: Definizioni. 1. Agli effetti della presente[…]

Read more

A proposito di mobbing: anticipare una causa è una minaccia ?

Parlando di mobbing mi capita spesso che lavoratori e lavoratrici, o loro familiari, mi pongano questa domanda sui social network o altrove È una questione attuale e delicata, di cui abbiamo parlato recentemente qui su Fede e Ragione. Certamente ne abbiamo parlato, appunto, in queste settimane sui social network. Ovviamente chi me lo chiede è preoccupato, direttamente per sé o per i propri cari. Preoccupato che veramente anticipare una vertenza, una causa, o altre azioni legali, possa configurarsi come ricatto o estorsione. A molte persone potrà sembrare strano, incongruo e illegittimo, però è una questione reale. In determinate aziende purtroppo capita o[…]

Read more
sentenza

Cassazione: il sarcasmo verso il collega è mobbing

Mobbing: la Corte di Cassazione ha condannato una importante società italiana, per il sarcasmo subito da un dipendente a causa di alcuni colleghi Questa importante Sentenza della Corte di Cassazione, sezione Lavoro, n. 16247 del 20 giugno 2018, stabilisce un precedente. E definisce ulteriormente il perimetro del mobbing. La Suprema Corte ha condannato l’azienda per gli atteggiamenti di sarcasmo da parte dei colleghi del lavoratore. Sarcasmo derivante dallo stato di salute del dipendente, dalla sue frequenti assenze, e dal suo atteggiamento ostile verso un demansionamento a altre decisioni aziendali che lo penalizzavano. A prescindere dal caso specifico, di cui non ho[…]

Read more

Sky: il licenziamento di Paolo Centofanti, la prima Sentenza del 2010

Dal giornale SRM citiamo e ripubblichiamo. Oggi parliamo di nuovo di lavoro e di diritti dei lavoratori, e in particolare di un caso che ci riguarda da vicino, nonostante sia avvenuto prima che partisse questo giornale. Sul giornale Fede e Ragione, come abbiamo già avuto modo di segnalare, è possibile reperire le Sentenze che attengono al surreale licenziamento occorso nel 2005 al nostro direttore da parte di Sky Italia. La Sentenza di Primo Grado, pubblicata su Fede Ragione nel febbraio 2017, è il primo provvedimento di accoglimento delle istanze di Paolo Centofanti da parte del Tribunale di Roma, con la Sentenza[…]

Read more