Innovazione: criptovalute e blockchain, le università di Tokyo e Kyoto in una partnership con Ripple.

Le due università giapponesi hanno formalizzato un accordo di adesione ad UBRI – University Blockchain Research Initiative Program.

Questa iniziativa di ricerca di Ripple attualmente coinvolge 33 istituzioni accademiche in 14 differenti paesi. Ha come obiettivi lo studio, lo sviluppo tecnico e l’innovazione delle tecnologie di blockchain, crittografia e pagamenti digitali. Con applicazioni blockchain non limitate ai solo ambiti economici e finanziari. Attualmente infatti alcuni laureati dell’università di Kyoto stanno lavorando su innovative applicazioni delle blockchain alla gestione di migranti e rifugiati.

In particolare per la loro identificazione e per il loro coinvolgimento in attività lavorative. Un altro settore di sviluppo locale della blockchain e di innovazione è la gestione dei processi di approvvigionamenti delle industrie più tradizionali dell’area di Kyoto. Tra le iniziative di studio, la Graduate School of Advanced Studies in Human Survivability dell’Università di Kyoto sta organizzando convegni e attivando ricerche sulle questioni globali connesse allo sviluppo e diffusione di queste nuove tecnologie.

L’innovazione del sistema finanziario e delle normative.

L’Università di Tokyo, con il proprio Dipartimento di Economia, sta invece  promuovendo seminari di studi e eventi divulgativi. Parallelamente, sono stati attivati alcuni progetti di ricerca  per studiare quella che sarà l’evoluzione del sistema finanziario grazie alle blockchain; le future necessarie normative e regolamentazioni; i controlli governativi sull’utilizzo di blockchain e criptovalute da parte di imprese e operatori finanziari.

Emi Yoshikawa, senior director of global operations di Ripple ha affermato che “il Giappone sta rapidamente diventando una forza trainante nelle risorse crittografiche e nella blockchain”. Spiegando che il paese “è sempre stato lungimirante” e ha posto al centro l’innovazione, “esplorando modi per migliorare l’attuale sistema finanziario”. Yoshikawa ha anche spiegato che vi sono “alti livelli di interesse da parte della comunità accademica su argomenti riguardanti blockchain e criptovaluta”. E che gli studenti interessati a tali studi avranno in futuro buone opportunità lavorative in settori quali “blockchain, informatica distribuita, banche e fintech.”

Link UBRI – University Blockchain Research Initiative Program.

Comments

comments