Ignobel: le follie della scienza e della ricerca

Ignobel: tra follie e provocazioni

Le follie sono quelle delle ricerche premiate con il premio Ig Nobel, più noto nel nostro paese come Ignobel . Questi premi assurdi sono conferiti ogni anno a dieci ricerche improbabili, definite come “strane, divertenti, e perfino assurde”. Talmente assurde che abbiamo pensato fosse necessario trovare una categoria specifica per questo articolo. Ricerche – spiega il video YouTube che qui pubblichiamo – che fanno certamente ridere le persone.

E nelle intenzioni dichiarate dagli organizzatori dovrebbero quindi pure far riflettere. Certamente lasciano la sensazione che negli anni questi premi si siano talmente evoluti – o involuti ? – al punto di mostrare ricerche sempre più folli e surreali. Gli autori di questi studi a dir poco fantasiosi sono tra l’altro premiati da scienziati che per per i propri meriti scientifici hanno vinto il Premio Nobel. Giovedì 13 settembre al Sanders Theatre dell’università di Harvard University si è svolta la cerimonia annuale 2018 dei premi Ignobel. Le ricerche premiate, come accennavamo, sono talmente originali da essere in realtà assurde.

Da studi non ortodossi sulla medicina riproduttiva, ad uno studio a dir poco orripilante su una alimentazione alternativa, che se non fosse abominevole, immorale e illegale farebbe dimagrire. Da studi antropologici sui generis, con una differenza impercettibile tra esseri umani e scimpanzé, all’utilizzo di riti vodoo come modo per gestire capi particolarmente spietati. Una alternativa ad azioni legali per mobbing, demansionamenti e vessazioni varie ? O più realisticamente una semplice provocazione ?

Comments

comments