Il male come provocazione ad amare

Così Papa Francesco oggi su @Pontifex_it

“Per chi sta con Gesù – scrive il Pontefice su Twitter – il male è provocazione ad amare sempre di più”. Il 1 giugno scorso il Santo Padre aveva affermato che “L’amore sa vedere il bene anche in una situazione negativa, sa custodire la piccola fiammella in mezzo a una notte buia”. Oggi Papa Francesco incoraggia i fedeli ad andare oltre, a vedere il bene paradossalmente persino nel male.

Che mette alla prova la fede, spingendo ad amare di più, anziché ad odiare. Come insegna Gesù quando esorta ad amare persino i propri nemici. Affermando: “Io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano”. Una prova di fede paradossale, che non vuol dire però subire passivamente il male. Vuol dire solo amare, come cristiani, anche chi fa del male.

Comments

comments