Il Cristianesimo non è ideologia o filosofia: è un cammino di fede

Così Papa Francesco nell’Udienza Generale svoltasi oggi, mercoledì 19 marzo 2017, in Piazza San Pietro. Il Santo Padre, per parlare ai fedeli di Cristo Risorto in questa prima udienza dopo la Santa Pasqua, ha citato Paolo e la sua prima lettera ai Corinzi. In questa lettera “l’apostolo – ha spiegato – vuole dirimere una problematica che sicuramente nella comunità di Corinto era al centro delle discussioni. La risurrezione è l’ultimo argomento affrontato nella Lettera, ma probabilmente, in ordine di importanza, è il primo: tutto infatti poggia su questo presupposto”.

Paolo infatti non esprime la propria riflessione, ma come un cronista parla di  “un fatto, un semplice fatto che è intervenuto nella vita di alcune persone”. E, spiega il Pontefice, “Il cristianesimo nasce da qui”, da questo fatto. Quindi “Non è un’ideologia”, e non è nemmeno “un sistema filosofico”, una costruzione intellettuale, “ma è un cammino di fede che parte da un avvenimento, testimoniato dai primi discepoli di Gesù”.

Avvenimento che Paolo così descrive in poche parole: “Gesù è morto per i nostri peccati, fu sepolto, e il terzo giorno è risorto ed è apparso a Pietro e ai Dodici (cfr 1 Cor 15,3-5). Questo è il fatto – ha sottolineato Papa Francesco – è morto, è sepolto, è risorto ed è apparso. Cioè, Gesù è vivo! Questo è il nocciolo del messaggio cristiano”.

E mentre annuncia “questo avvenimento, che è il nucleo centrale della fede, Paolo insiste soprattutto sull’ultimo elemento del mistero pasquale, cioè sul fatto che Gesù è risuscitato. Se infatti tutto fosse finito con la morte, in Lui avremmo un esempio di dedizione suprema, ma questo non potrebbe generare la nostra fede. E’ stato un eroe. No! E’ morto, ma è risorto”. Ecco quindi che “la fede nasce dalla risurrezione”, perché “Accettare che Cristo è morto, ed è morto crocifisso, non è un atto di fede, è un fatto storico. Invece credere che è risorto sì”. E come credenti possiamo quindi dire che “La nostra fede nasce il mattino di Pasqua”.

Link Udienza

Comments

comments