Papa Francesco: lo scandalo di certi cristiani che sfruttano e distruggono le persone

Il Santo Padre è tornato ieri a parlare, nella Meditazione Mattutina per la Messa nella Casa di Santa Marta, della necessità di reale coerenza, per chi si professa cristiano: nella vita quotidiana, come nel mondo del lavoro e imprenditoriale. Parlando anche dello scandalo di coloro che, pur mostrando una vita apparentemente virtuosa, nella realtà si comportano in modi contrari al Vangelo o anche alla stessa morale, ad esempio sfruttando o anche distruggendo le persone che invece dovrebbero rispettare, in primis per i valori cristiani e per la fede che essi stessi dichiarano. Il Pontefice, citando il Salmo 1, ha parlato[…]

Read more

Il credente non cerca vendetta, ma chiede giustizia

Nell’Angelus di ieri, domenica 19 febbraio 2017, in Piazza San Pietro Papa Francesco è tornato a parlare anche della questione della giustizia e del perdono cristiano, su cui troppo spesso alcuni fanno confusione, interpretando la rinuncia cattolica alla vendetta come una rinuncia a chiedere legittima giustizia. Il Pontefice lo ha spiegato partendo proprio dal Vangelo di questa scorsa domenica, Mt 5,38-48,  “una di quelle pagine che meglio esprimono la rivoluzione cristiana”. Una rivoluzione che supera la legge del taglione dell’Antico Testamento.  “Gesù – ha affermato – mostra la via della vera giustizia mediante la legge dell’amore che supera quella del taglione,[…]

Read more

Papa Francesco: usare lo sport per allenare corpo e spirito

Così il Santo Padre nell’udienza per la delegazione dei Giochi Mondiali Invernali Special Olympics International. “Lo sport – ha affermato – è una vostra passione, e vi siete preparati con grande impegno alle competizioni, secondo il giuramento dell’atleta Special Olympics: «Che io possa vincere, ma, se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze». L’attività sportiva fa bene al corpo e allo spirito, e vi permette di migliorare la qualità della vostra vita”.   Nella disciplina sportiva è importante anche l’impegno quotidiano, che ci insegna ad essere determinati e lavorare per raggiungere gli obiettivi che ci prefissiamo “La[…]

Read more

Papa Francesco: non c’è pace senza sofferenza e preoccupazioni

Il Santo Padre lo afferma durante l’udienza di oggi in Aula Paolo VI, a cui sono presenti circa settemila persone. “La pace – dichiara il Pontefice – che ci offre e ci garantisce il Signore non va intesa come l’assenza di preoccupazioni, di delusioni, di mancanze, di motivi di sofferenza”. Una pace senza sofferenze, senza sacrifici non è possibile: “Se fosse così, nel caso in cui riuscissimo a stare in pace, quel momento finirebbe presto e cadremmo inevitabilmente nello sconforto”. Perché la pace non si può darsela da soli: “la pace che scaturisce dalla fede è un dono: è la[…]

Read more

Papa Francesco: gelosie e invidie distruggono persone e famiglie

Il Santo Padre lunedì 13 febbraio 2017, nella meditazione mattutina a Santa Marta, è tornato a parlare nuovamente del peccato della invidia e della rivalità, che porta le persone ad agire in modi non cristiani, a covare odi e rancori che nascono magari da semplici gelosie che vengono coltivate e accresciute, anziché essere sopite e considerate per ciò che banalmente sono: debolezze umane, che possono però arrecare gravi danni agli altri. Papa Francesco ha voluto offrire la Messa della mattina, per padre Adolfo Nicolás Pachón, già preposito generale della Compagnia di Gesù, che parte come missionario per l’oriente. Il Santo Padre[…]

Read more

Licenziamento Sky: la Sentenza di Primo Grado del 2010

Come avevo anticipato, ho finalmente cominciato a pubblicare, su Fede e Ragione, le Sentenze sulla mia vicenda lavorativa: ovvero il mio licenziamento nel 2005 da parte di Sky Italia, l’annullamento da parte del Tribunale di Roma nel dicembre 2010, il reintegro nel luglio 2011, le successive Sentenze della Corte di Appello nel 2012 e della Corte di Cassazione nel 2016, ugualmente a me favorevoli. Quella che troverete oggi è la prima Sentenza, 20357 / 2010, emessa dal Giudice del Lavoro in Primo Grado il 17.12.2010, e pubblicata il 28.12.2010 RG n. 8885/2010. Sto anche preparando il testo ufficiale definitivo, per definire adeguatamente la[…]

Read more